Andrea Martinelli

#Andrea Martinelli è nato a Prato il 12 March 1965, città dove attualmente vive e lavora. Dopo essersi diplomato all’Istituto d’Arte di Porta Romana a Firenze, in 1988 vince il premio Tito Conti, grazie al quale l’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze gli assegna come borsa di studio un atelier in Piazza Donatello per la durata di cinque anni. In questo periodo dà vita ad una serie di opere dal titoloSenesceze”, che attirano l’attenzione del critico e storico dell’arte Giovanni Testori. Between 1992 e l’anno seguente nascono dunque imponenti ritratti di anziani e del nonno Dino, in cui l’artista si concentra con singolare perizia nell’impietosa e ossessiva definizione dei tratti somatici. In queste opere emerge la forte attenzione per il disegno, tecnica che nel corso degli anni acquista un predominante interesse nella sua ricerca. From 1993 intraprende un’importante attività espositiva, tra cui ricordiamo le personali a Strasburgo al Parlamento Europeo, al Frissiras Museum di Atene, allo Scheringa Museum di Amsterdam, al Panorama Museum di Bad Frankenhausen in Germania, alla Fondation Rustin di Anversa e al Museo della Permanente di Milano. In 2003 is in the 2011 è presente alla Esposizione Internazionale della Biennale di Venezia. Always in 2011, il Padiglione Italia, diretto da Vittorio Sgarbi, promuove una sua mostra personale al Museo Pecci di Milano in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia. Il 2018 è l’anno di due grandi eventi. A marzo si inaugura un’antologia delle sue opere a Palazzo Ducale di Urbino a cura di Vittorio Sgarbi dal titoloL’ombra, gli occhi e la notte”. A luglio invece si inaugura la personaleGuardami e ti dirò chi seipresso il Refettorio di Santa Maria Novella a Firenze, curata da Elisabetta Sgarbi in occasione della Milanesiana. In 2019 si è svolta una grande antologica alla Fondazione Giorgio Conti (Palazzo Cucchiari) di Carrara, “Andrea Martinelli. Storie di uomini e ombre. Opere 1999-2019”, curata da Massimo Bertozzi e Antonio Natali. From 2014 Martinelli è membro dell’Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze.

AVAILABLE WORKS

The peasant woman from Neunen 1 tempera, pencil and pastel on paper 180x120 cm - 2020
The peasant woman from Neunen 2 (studio n. 1) pencil and watercolor on paper 40x27 cm - 2020
The peasant woman from Neunen 2 tempera, pencil and pastel on paper 180x120 cm - 2020
The peasant woman from Neunen 2 (studio n. 2) pencil and watercolor on paper 40x27 cm - 2020
Augustine (studio) pencil and tempera on paper 40x27 cm - 2020
Augustine and the tempera shadows, pencil and pastel on paper 180x120 cm - 2020
The girl from Arles, pencil and pastel tempera on paper 180x120 cm - 2020
Agostina and the shadows tempera, pencil and pastel on framed paper 180x120 cm - 2020
Vincent (studio) pencil and tempera on paper 40x27 cm - 2020
Joseph (studio n. 1) pencil and tempera on paper 40x27 cm - 2019
Joseph and the shadow (studio n. 2) pencil and watercolor on paper 40x27 cm - 2019
Joseph (studio n. 2) pencil and tempera on paper 40x27 cm - 2019
Tangury and the ombre (studio n. 1) pencil and tempera on paper 40x27 cm - 2020
Tangury and the ombre (studio n. 2) pencil and tempera on paper 40x27 cm - 2020
La Mousmé (studio) matita e acquerello su carta cm 40x30 - 2020
La ragazza col cappello di paglia (studio 2^ versione) matita e acquerello su carta cm 40x30 - 2020
Agostina e le ombre (studio 2^ versione) matita e acquerello su carta cm 40x30 - 2020
Senza titolo (studio) matita e acquerello su carta cm 40x30 - 2020
MARTI0001 The man with the scarf (Ezio) mixed technique on canvas 88x59 cm - 2001
MARTI0024 The face of Agnese mixed media on cardboard 104x72 cm - 2001
MARTI0006 Simone standing (studio) mixed media on canvas 71x25 cm - 2002
MARTI0025 Agnes and the city dream mixed media on cardboard 104x72 cm - 2001
MARTI0024 Simone in the pastel shade on paper 70x50 cm - 2001
MARTI0027 The scream of the philosopher mixed technique on paper 32x23 cm - 2005
The endless face oil on panel 110x110 cm
Mrs. Anna mixed technique on framed paper 180x120 cm

Exhibitions of the artist in the gallery