Sergio Padovani

#Sergio Padovani, vive e lavora a Modena. Musicista fino al 2006, poi il suono si trasforma in immagine. La ricerca pone i suoi fondamenti sulla narrazione dell’inesplicabile, sulla corporeità, delle sue miserie e della sua bellezza, sempre e comunque. La rivendicazione dell’imperfezione e della sua autocompiaciuta purezza, l’inizio di una strana, inadeguata, innaturale eterna felicità. Nel 2011 ha partecipato alla 54^ Biennale di VeneziaPadiglione ItaliaSezione regionale Torino, 2011. Ha vinto il Premio Arte (2007) il Premio Arte Laguna (2009) e nel 2010 è stato finalista sia del Premio Celeste che del Premio Combat. La sua prima personale è del 2008, presso LoSguardoDell’Altro di Modena.

OPERE DISPONIBILI

PADOV0001 La Cura (abbraccio) olio, bitume, foglia d'oro su tela cm 40x30 - 2017
PADOV0002 La Salvazione (abbraccio) olio, bitume, foglia d'oro su tela cm 40x30 - 2017
PADOV0012 La Guarigione (abbraccio) olio, bitume, foglia d'oro su tela cm 40x30 - 2017
PADOV0004 Il ventre spalancato olio, bitume, resina su tela cm 50x40 - 2017
PADOV0006 Nessuna vera separazione olio, bitume, resina su tela cm 50x70 - 2017
PADOV0007 Il visibilio olio, bitume, foglia d'oro su tela cm 70x50 - 2017
PADOV0009 La nascita o Pancrazio olio, bitume, resina su tela cm 113x71 - 2018
PADOV0010 Il fiore o Andrea olio, bitume, resina su tela cm 40x30 - 2018
PADOV0011 Gli alberi o Pietro e Paolo olio, bitume, resina su tela cm 150x100 - 2018
PADOV0014 Il vaticinatore olio, bitume, resina su tavola cm 15x15 - 2019
PADOV0016 Il ventre molle d'Europa olio, bitume, resina su tavola cm 20x20 - 2019
PADOV0017 La conquista del paradiso olio, bitume, resina su tela cm 150x180 - 2019.jpg
PADOV0018 The dragon olio, bitume, resina su tela cm 110x140 - 2019
PADOV0019 Orgia olio, bitume, resina su tela cm 110x140 - 2019
PADOV0020 Il volto nascosto olio, bitume, resina su tavola cm 40x50 - 2019
PADOV0021 La Tempesta olio, bitume, resina su tavola cm 60x80 - 2019

Esposizioni dell’artista in galleria  

Esposizioni varie dell’artista 

L’artista nel suo studio